Hard disk esterno: come recuperare i dati cancellati

come recuperare dati da hard disk esterno

Per molti, un hard disk esterno è una vera e propria miniera di informazioni, dove custodire di tutto, dai file di lavoro alle serie TV preferite, passando per le foto e la musica personali. Può succedere a chiunque di cancellare accidentalmente questi file, ma non bisogna farsi prendere dal panico: in queste righe descriveremo alcuni software in grado di recuperare i dati cancellati dagli hard disk esterni.

come recuperare dati da hard disk esterno

Recupero dati hard disk con Wise Data Recovery

Wise Data Recovery è un software gratuito, progettato per i sistemi operativi Windows, in grado di recuperare i file cancellati da qualsiasi disco fisso, quindi non solo hard disk esterni ma anche chiavette USB e memory card. Sono tantissimi i formati di file che questo programma supporta, come quelli foto, video, i documenti del pacchetto Office, ecc.
Wise Data Recovery è un programma molto semplice da usare: una volta scaricato dal sito web del produttore, dopo l’installazione è sufficiente avviare il programma, selezionare dal menu a tendina l’unità che indica l’hard disk esterno, e cliccare sul tasto SCAN. A quel punto il software inizierà la sua analisi, e alla fine della lavorazione si potranno vedere tutti i dati erroneamente cancellati. Una volta trovati i vecchi file, il più è fatto: basterà mettere il segno di spunta al fianco di ogni file che si vuole recuperare, selezionare una cartella di destinazione, e cliccando sul tasto Recover tutti i file saranno definitivamente recuperati.
I risultati di questo programma sono strabilianti, ma occorre fare una precisazione: l’unico caso in cui nemmeno Wise Data Recovery può essere utile è quello in cui sull’hard disk oggetto del “recupero” si siano nel frattempo salvati e aggiunti altri file. Aggiungendo nuovi file sull’hard disk dove sono stati cancellati i vecchi, infatti, si rischia seriamente di riscrivere anche su quelli eliminati.

Mini Tool Power Data Recovery Free per hard disk esterni

Altro programma molto efficace per recuperare file cancellati dagli hard disk esterni è sicuramente Mini Tool Power Data Recovery Free. Questo software è disponibile sia per Windows che per Mac (la versione per Mac è al momento a pagamento), e nelle sue fasi di recupero si rivela essere molto dettagliato.

Una volta scaricato e installato il programma, in pochi click l’utente può trovarsi di fronte la lista dei file cancellati: è sufficiente cliccare su Undeleted Recovery, selezionare l’hard disk interessato e premere sul tasto Recover. Ad analisi ultimata ci si trova davanti all’elenco completo dei file presenti nell’hard disk, di cui quelli cancellati contraddistinti da una X rossa. A quel punto sarà sufficiente selezionare i file che si desidera recuperare, scegliere una cartella di destinazione, e cliccare sull’icona Save Files. La fase di recupero con questo programma potrebbe essere lunga, a seconda della quantità e della grandezza dei file da recuperare. Tra le chicche di Mini Tool Power Data Recovery Free, inoltre, ci sono la possibilità di vedere un’anteprima del file cancellato (in modo da capire se è importante recuperarlo o meno) e la funzione per esportare la lista di file trovati.

Salvare i dati di un hard disk esterno con Data Recovery Pro

I software in precedenza descritti, per quanto efficienti, hanno sempre i limiti dei programmi free. Per chi ha bisogno di soluzioni professionali ed è anche disposto a pagare per averle, la risposta giusta è Data Recovery Pro. Questo software è ricco di opzioni, ed è in grado di soddisfare diverse esigenze.

Una volta scaricato dal sito web di riferimento, a programma installato l’utente si trova di fronte un pannello di comandi chiaro e intuitivo. Ancor prima dell’effettivo recupero di file, infatti, si può selezionare la modalità con cui far partire le operazioni: con Deleted Recovery, ad esempio, si avvia un processo di recupero rapido e generalizzato, adatto per ritrovare i file cancellati di recente; con Raw Recovery, invece, si avvia un processo di recupero molto più lento e approfondito (da usare solo se l’opzione Deleted Recovery non ha dato i frutti sperati); con Partition Recovery si possono recuperare intere partizioni dall’hard disk esterno; l’opzione Format Recovery è quella da usare quando si devono recuperare i file dopo una formattazione del disco; e infine, con l’opzione Resume Recovery, si può riprendere un’analisi interrotta in precedenza.

Una volta scelta la modalità più indicata per la situazione in essere, bisogna selezionare l’unità dell’hard disk esterno, cliccare su SCAN e, una volta che il software avrà trovato i file cancellati, sarà sufficiente cliccare su RECOVER dopo averli selezionati per salvare il tutto.

Con gli hard disk esterni ci vuole attenzione

I software descritti sono sicuramente efficaci per recuperare i file cancellati dagli hard disk esterni, ma in queste situazioni la cosa migliore è sempre la prevenzione. Ci sono diversi metodi per salvaguardare i propri file: oltre alla possibilità di creare delle copie di backup per i propri hard disk esterni, si può valutare anche la possibilità di utilizzare come copie secondarie dei sistemi di cloud online.

Con servizi come Dropbox, OneDrive e tantissimi altri, si possono salvare i propri file personali sul web, e sono protetti grazie ad un sistema di username e password. Occorre fare attenzione, però: i servizi di cloud devono essere solo usati come “salvagente”, e non come disco esterno unico. Del resto, grazie alle offerte che si trovano online, acquistare un hard disk esterno è molto conveniente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *